Monday, October 19, 2020

 

Photo: Redazione Ischiacity
Text: Lucia Elena Vuoso

 

Un sorriso sincero sempre pronto a rassicurare, un consiglio regalato al momento giusto, la determinazione di chi sa quello che vuole e la mano esperta che fa belle le persone, il carattere dolce e la personalità solare, in altre parole Nancy Tortora. Splendente, proprio come il nome che ha deciso di dare al suo centro estetico: Aglaia, raggiante di bellezza appunto, una delle ancelle di Afrodite, dea dell’amore presso i greci. “Il centro estetico non è che un punto di partenza, un piccolo traguardo raggiunto, un sogno realizzato, ma di sicuro non mi fermerò qui” dice Nancy, che ha solo ventisei anni, ma tante tante idee per riuscire a migliorarsi e a crescere.
Ci si potrebbe chiedere dove una ragazza dal viso angelico, alta poco meno di un metro e sessanta, sia riuscita a prendere tanta forza, tanta volontà, tanta energia per lavorare, realizzare un progetto e addirittura sposarsi. La risposta arriverebbe pronta da qualsiasi dottore: Nancy soffre di iperattività e mette amore in tutto quello che fa. Questa forte personalità è cresciuta in Nancy grazie alla mamma, casalinga che si è messa a studiare per realizzarsi come massoterapista, affrontando da sola i sacrifici che richiedeva il frequentare l’Università di Pechino, e che è stata una guida e un esempio, le ha insegnato a credere ai propri sogni, mettendocela tutta e impegnandosi per farli avverare.
E poi, Nancy è nata coi pennelli da trucco in mano: a tre anni aveva un’enorme collezione di smalti, rossetti e creme, a otto ha iniziato a fare le prime manicure ai parenti e subito dopo la scuola media si è iscritta ad un corso di estetica. Dodici anni di lavoro, sei dei quali al centro Aenaria, seguita da Erica Boscaro, una tra le più brave estetiste dell’isola, che le ha trasmesso tantissimi segreti e la sua tecnica di lavoro propria delle beauty farms. Dopo altri sei anni di lavoro in proprio, l’idea di realizzare il centro si è attuata in breve tempo e, grazie al geometra Enzo Schiano di Cola, che ha ideato la struttura e i vari ambienti, e al ragioniere Francesco Cuomo, neo marito di Nancy, che si è occupato della parte burocratica, nel giro di una stagione è stato tutto ultimato.
Le idee del geometra Schiano rendono il locale unico nel suo genere: all’ingresso, la reception, con un panca in muratura e lo specchio curvo, due grandi ambienti per il solarium, che permettono di spogliarsi e rivestirsi comodamente, le salette per manicure, trattamenti viso e massaggi a tema e una meravigliosa doccia a chiocciola nella stanza delle terapie specifiche. La sala trucco è la più grande e l’unica priva di mura di tutto il centro, per dar vita ad un ambiente di ritrovo, al contrario delle salette per i massaggi, le ‘cerette’ e i vari trattamenti, dove muri e porte sono stati voluti da Nancy stessa, per creare più intimità e confidenza col cliente.
Anche l’arredamento è stato scelto personalmente da Nancy, che ha dato il suo tocco di allegria e originalità a tutte le stanze, a partire dagli spogliatoi dove con cuscini e tende ha creato un ambiente orientale, alla stanza per la manicure dove al posto del tradizionale sgabello c’è una panchetta in legno a forma di mano, alla saletta dei massaggi col quadro di un monaco buddista che trasmette tanta serenità, al grande papiro egizio che troneggia nella sala del trucco, per rievocare le origini di questa antica arte. Arte di truccare, di esaltare le caratteristiche del volto e minimizzarne i difetti, di realizzare una trasformazione, arte che viene messa in pratica costantemente da Nancy, e non solo per matrimoni, compleanni e cerimonie, ma anche perché le persone hanno imparato il piacere di sentirsi più belle grazie a mani esperte, in continuo aggiornamento (con minimo sei nuovi corsi seguiti ogni anno). Accanto a Nancy in questa nuova avventura, ci sono due collaboratrici esperte: Maria Ersilia e Marianna, che hanno ottime tecniche sull’estetica di base ma che si distinguono ognuna in un campo specifico; alla reception c’è Ileana, che ha fatto studi di segreteria ed ha una grande professionalità, e come collaboratrice esterna c’è la dottoressa Marilena Leo, nutrizionista, perché Aglaia non vuole essere un semplice centro di estetica, ma una vera e propria fabbrica di bellezza, da dove poter uscire trasformati, come il brutto anatroccolo che diventa cigno. E se le trasformazioni del corpo, dovute al trucco o alla ‘ceretta’ sono solo momentanee, quella dello spirito, che si avvertirà dopo una seduta al centro benessere di Nancy, sarà permanente, soprattutto dopo aver scambiato qualche parola con lei ed essersi fatti contagiare dalla sua voglia di vivere e dalla sua gioia di lavorare.