Monday, October 26, 2020

ARCHEOTOUR: ALLA SCOPERTA DEI TESORI DELL’ISOLA D’ISCHIA

MUSEO DI PITHECUSAE, PARCO IDROAROMATERAPICO FONTE DELLE NINFE

NITRODI, CITTÀ SOMMERSA DI AENARIA: UN TOUR TRA STORIA E BENESSERE

L’isola d’Ischia mette in rete le sue bellezze e la sua storia proponendo un percorso turistico imperdibile per chi vuole realmente scoprire alcuni degli aspetti più interessanti e peculiari di questo territorio. E’ “Ischia Archeotour”, un itinerario di mezza giornata che – tra storia e benessere – abbraccia il Museo di Pithecusae, la Città Sommersa di Aenaria e il Parco Fonte delle Ninfe Nitrodi. Un itinerario unico al mondo, che si nutre di archeologia e storia, di arte e natura, consentendo di conoscere la Spa più antica del mondo e la Coppa di Nestore, con una tappa al florido insediamento romano riscoperto nella baia di Cartaromana, che visse dal IV secolo a.C. fino al 130-150 d.C. Il tutto senza mancare di guardare ai concetti più moderni di wellness, in un percorso che riunisce cultura, benessere e bellezza. Per realizzarlo, realtà d’eccellenza del territorio, dalla Fonte delle Ninfe Nitrodi e Ischia Spaeh a Marina di Sant’Anna e Navigando verso Aenaria, con i Comuni di Lacco Ameno, Barano d’Ischia e Ischia hanno messo a sistema punti d’interesse dislocati in tre realtà amministrative differenti. Una sorta di Comune Unico della cultura che, ad oggi, costituisce una indicazione chiara per il futuro imminente, in linea con l’idea che la piena valorizzazione delle risorse di un territorio così ricco richieda uno sforzo unitario. La prima colonia della Magna Grecia si apre dunque a un itinerario suggestivo – disponibile in quattro lingue (italiano, inglese, tedesco e russo, per un minimo di quattro partecipanti) – e consente ai turisti di apprezzare, in piena comodità e con transfert sicuri e affidabili, alcune sue perle.

    IL TOUR

Il tour parte alle 11 del mattino all’antica masseria dell’Arbusto, che venne acquistata nel 1952 dall’editore Angelo Rizzoli che le restituì l’antico splendore e la elesse a sua dimora. La struttura fu in seguito acquisita dal comune di Lacco Ameno e nel 1999 trasformata in museo. Oggi, distribuiti in 8 sale, si possono vedere i reperti archeologici ritrovati sull’isola, in particolare quelli dell’antica Pithecusa, la più antica colonia fondata dai Greci in Italia Meridionale, appunto. Tra i reperti, la famosissima Coppa di Nestore, che reca graffito un epigramma in tre versi che rappresenta una delle più antiche testimonianze di scrittura alfabetica che possediamo ed è l’unico esempio pervenutoci di un brano poetico redatto contemporaneamente alla stesura dell’Iliade. Il tour prosegue alla volta di Aenaria, a Ischia Ponte. Si passeggia per il borgo fino all’imponente Castello Aragonese, simbolo dell’isola d’Ischia. Dapprima i visitatori sono introdotti alla città sommersa attraverso un video che illustra la morfologia dell’antico sito romano. A seguire una barca, con il fondo in vetro, permette di osservare i fondali, i reperti e i fenomeni naturali legati ache caratterizzano il sito, che si trova nella stupenda baia di Cartaromana, tra il Castello Aragonese e la Torre di Guevara, ed è ancora oggetto di ricerca e scavo. A seguire è prevista la visita alla Fonte delle Ninfe Nitrodi, la Spa più antica del mondo, dove i turisti possono rifocillarsi con uno snack (Wellness Food and Drink) e godere delle bellezze e dei profumi della macchia mediterranea che caratterizza questo parco idroaromaterapico. Sono, poi, guidati attraverso il parco per visitare le antiche bocche della sorgente e, fruendo liberamente delle docce e dei lavabi, ci si può rilassare e beneficiare delle qualità uniche delle acque di Nitrodi, che rigenerano la pelle e la rendono luminosa grazie alle loro peculiari caratteristiche. Portare con sé costume e calzature da spiaggia per terminare al meglio questo esclusivo tour tra cultura e benessere.

PECIAL THANKS_ Mariaceleste Lauro