Monday, October 19, 2020

RISTORANTE 
O’ PURTICCIULL

LOCALE STORICO SPECIALIZZATO NEI PIATTI DI PESCE E CROSTACEI, PRIMO FRA TUTTI LA REGINA DEL MARE, L’ARAGOSTA.

Quella del Purticciull’ è una bella storia di famiglia che inizia nei magnifici anni ’60: era infatti il 1968 quando Maria Albanese, la madre dell’attuale proprietario Pino Fedele, decide di aprire alla Riva Destra di Ischia. In quegli anni il bynight impazzava e tanti vip all’uscita dai locali notturni non volevano altro che mangiare bene: e Maria era lì con i suoi piatti gustosi – di sua invenzione i bucatini cozze e pecorino – e la disponibilità a rimanere aperti fino allo spuntar del sole. “Si sono seduti ai nostri tavoli Nino Taranto, Massimo Troisi, Tina Turner, Maradona, i Pooh, Wess e Dori Ghezzi, Rocky Roberts”. In ordine sparso… E le loro foto si possono ammirare alle pareti del locale. Dal 1997 le redini sono saldamente nelle mani di Pino, tanta professionalità acquisita lavorando da sempre in questo mondo e una innata cortesia, mentre la moglie Anna Maria Calise guida la cucina. Proponendo piatti in cui il pescato di altissima qualità è protagonista. A cominciare dai crudi che comprendono ostriche, ricci, taratufi, gamberoni di Mazzara, scampi locali e aragosta, mentre se si preferiscono le tartare vengono proposte di tonno rosso, ricciola, spigola condite con olive, capperi, limone o arancia e un tocco di gin. Ancora, i marinati dell’antipasto dei 5 mari: alici, tonno, salmone, bandiera, polpo, cannolicchi su un letto di verdure che cambiano a secondo della stagione. Grande attenzione va alla scelta delle aragoste, il re dei crostacei e presenza costante nel menù del Purticciull’ e si tratta di animali di provenienza esclusivamente italiana e pescati in mare. Le sue carni si possono provare in carpaccio di aragosta, ma anche alla griglia o alla catalana, bollita e accompagnata da cipolle, verdure e una vinaigrette, e naturalmente anche con le linguine. Ma per chi lo preferisce c’è l’astice, per esempio alla griglia accompagnato da una salsina con limone, zenzero e crema di pistacchi. Il trionfo di sapori continua: gustosissimo il polpo alla griglia su letto di finocchi con tartare di mela verde, crema di pistacchi, pomodori secchi o i polipetti locali affogati, classica la ricetta con pomodorini, vino bianco, peperoncino, o i cannolicchi e cozze grigliati. Delicati gli spaghetti con i ricci di mare, cui possono seguire tanti secondi: per esempio, la spigola “Alla donna Maria”, al forno con patate e olive verdi; ma la spigola (come la pezzogna) è perfetta anche all’acqua pazza, o in crosta di sale, cotta nel forno a legna delle pizze, specialità questa del Purticciull’. Dolci rigorosamente di produzione propria: sontuoso lo zuccotto di pan di Spagna con fragoline e panna, e poi cheesecake, pastiera, babà… Ricca la carta dei vini, come deve essere per accompagnare piatti come questi. Presenti quelli dell’isola, ma sono tante le etichette italiane e straniere di grande prestigio, fra i vini come fra champagne e spumanti.

Text_ redazione Ischiacity

Photo_ Ischiacity