Tuesday, March 28, 2017

VIAGGIO NEL GUSTO CON ISCHIACITY

Credo che Ischiacity oggi assuma un ruolo centrale nel dare un contributo all’innalzamento del livello qualitativo della ristorazione ischitana. Infatti, prima che la nostra rivista decidesse di dedicarsi con continuità al segmento della ristorazione, sia i semplici avventori che gli stessi chef che operano – come è giusto che sia – in strutture in concorrenza fra loro, non avevano alcun modo di prendere visione in anteprima delle pietanze, dell’uso degli ingredienti, della presentazione finale, insomma del lavoro che si fa ogni giorno presso le tantissime cucine che costituiscono il sistema della ristorazione ischitana. Oggi, grazie all’attività della nostra redazione, le preparazioni di ciascuno chef appaiono perfettamente rappresentate con immagini molto nitide e di grandi dimensioni, utili a descrivere, senza troppi giri di parole, l’effettiva caratura di ogni piatto. Ecco, allora, che ogni chef può vedere ciò che cucina il suo diretto competitor e avviare tutte quelle sane riflessioni che conducono a migliorare le proprie performance. Chi non sa e non riesce a reggere il confronto è destinato alla marginalizzazione, poiché evidentemente non è in grado di essere competitivo. Nel mondo del food la competitività è alla base dell’eccellenza e nel 2017 solo chi merita a pieno titolo d’essere insignito del titolo di creative and executive Chef garantirà successo al proprio ristorante.

Noi tutto ciò lo raccontiamo, lo valutiamo e lo giudichiamo, mettendo le nostre competenze al servizio dei tanti lettori che ci scelgono.