Monday, October 14, 2019

Tourism- IL FUTURO DELLE TERME

n.14/2007

Photo: Redazione Ischiacity
Text: Azienda Cura Soggiorno Turismo Ischia e Procida

 

L’isola d’Ischia, capofila fra le stazioni termali campane e fra le prime a livello nazionale, è stata scelta per ospitare il forum scientifico di Thermalia Italia 2007, borsa internazionale del turismo termale e del benessere e unica fiera del termalismo che si tiene nel nostro Paese. Il convegno, che ha riunito, tra il 18 e il 20 maggio scorso, al Jolly Hotel di Ischia duecento medici per due giorni di intensi lavori dedicati al “Termalismo Oggi”, è stato organizzato, in collaborazione con il dipartimento di otorinolaringoiatria dell’Università Federico II di Napoli, da Federterme e dall’Azienda Autonoma di Cura, Soggiorno e Turismo delle isole di Ischia e Procida, presieduta dal professor Vincenzo Cappello. Egli ha portato in quest’incarico la sua esperienza professionale di medico e docente universitario di otorinolaringoiatria, cui si sono aggiunte specifiche ricerche nell’ambito del termalismo medico. Il duplice ruolo di esperto del settore termale e di coordinatore dell’attività di promozione dell’immagine dell’isola, che riveste a capo dell’Azienda, consentono a Vincenzo Cappello di conoscere a fondo e le caratteristiche specifiche delle acque termali di Ischia in medicina che le potenzialità ancora da valorizzare del termalismo dell’isola. E da quest’osservatorio privilegiato, ha tenuto a sottolineare come quello su cui l’isola deve puntare è il connubio terme-benessere, poiché le potenzialità sono tantissime. Il notevole patrimonio costituito dalla bellezza dei luoghi e dal clima e la risorsa termale, vanno infatti, da una parte, affiancati da una serie di eventi e manifestazioni culturali e d’intrattenimento che rendano il soggiorno gradevole per ampie fasce di pubblico e in questo ambito l’Azienda occupa un ruolo strategico; dall’altra le cure termali non si devono più considerare come una risorsa alternativa ma come un rimedio integrato, con l’obiettivo finale della salute e del benessere della persona.
Per quanto riguarda gli ambiti più specifici del convegno, i partecipanti si sono confrontati sia su tematiche strettamente scientifiche che su argomenti legati alla legislazione medica, in particolare il consenso informato, necessario affinché il paziente sia sempre a conoscenza di indicazioni e controindicazioni rispetto alle cure termali cui intende sottoporsi: in tal modo il medico curante assume un ruolo strategico e una piena responsabilità rispetto al trattamento termale prescritto e il paziente è garantito dalla competenza di chi effettua la prescrizione. Specialisti in otorinolaringoiatria, pneumologia, idrologia, hanno illustrato gli inequivocabili benefici che apporta l’acqua termale nella terapia delle affezioni delle prime vie aeree, come rinosinusiti, sordità rinogene, faringotonsilliti; più in generale, inoltre, esperti di ortopedia, pediatria, reumatologia, ginecologia e cardiologia hanno parlato del ruolo che le cure termali possono giocare nel coadiuvare le terapie nei rispettivi ambiti.
Poiché l’alta qualità deve costituire la prerogativa indispensabile dell’offerta termale, tanto più in quanto le stazioni termali italiane devono confrontarsi con la concorrenza sempre più agguerrita costituita da paesi europei e non, è indispensabile puntare ad ottenere il marchio di qualità per il termalismo campano. In questa direzione si muove la Legge regionale sulle terme, il cui iter è in dirittura di arrivo, come ha ricordato nel suo intervento Enzo De Luca, assessore regionale alle Acque e Termalismo. Solo così l’enorme patrimonio costituito dalla risorsa termale, potrà insieme essere salvaguardato e sviluppato correttamente, attingendo agli ingenti fondi stanziati a questo scopo dall’UE, e costituendo sempre in tal modo una voce positiva per l’economia e lo sviluppo dell’occupazione in Campania. E questo discorso non può non vedere Ischia, dotata di un giacimento naturale di inestimabile valore e di un suo termalismo diffuso che tocca tutti i sei comuni, in prima linea.

Related Posts

VALERIYA TROYATSKA
IL PREGIUDIZIO CHE CI AVVELENA
VINCE CHI PUNTA SUGLI STRANIERI