Saturday, May 19, 2018

UNO SU TUTTI IL PIATTO CHE MI HA SEDOTTO “LE ENTRÉE DELLO CHEF”

LA NOSTRA FOODINFLUENCER CECILIA È SEMPRE IN GIRO ALLA RICERCA DI NUOVI SAPORI, DI ABBINAMENTI INSOLITI E DI CHEF CHE CATTURINO LA SUA ATTENZIONE (E IL SUO PALATO). E QUANDO PUNTA IL COLTELLO, È PERCHÉ HA SCELTO DI AFFONDARLO NEL PIATTO GIUSTO, QUELLO CHE SU TUTTI REPUTA ECCELLENTE E… ASSOLUTAMENTE DA PROVARE!

Quando ti accomodi al ristorante e già con le entrée assaggi preparazioni squisite, capisci che hai centrato la scelta e che la tua cena sarà qualcosa di assai piacevole, da ricordare. Ecco perché nel mio percorso di degustazione al ristorante Chandelier del Mezzatorre Resort & Spa a Forio, guidato dallo chef Giuseppe D’Abundo, voglio segnalare proprio la prima pietanza arrivata in tavola. Non perché abbia sovrastato le altre ma perché le ha, con efficacia e seduttività, anticipate in quella che per me è stata un’esperienza del gusto decisamente avvolgente. Lo chef ha scelto tre piccoli assaggi di mare, bocconcini di pescato di diverso gusto e in differenti cotture accostati a tre salse, tutte a base di vegetali. Le carni lievemente dolci della mazzancolla e dei minuscoli e tenerissimi gamberetti, assai graziosi nella loro delicata doratura, vengono fritte e arrivano in tavola su una fresca crema di lattuga iceberg; un coulis di pomodoro datterino giallo freddo accompagna, invece, il merluzzo cotto in olio extravergine di oliva a bassa temperatura, in modo da conservare intatta la morbidezza del pesce, servito insieme alla classica scarola alla napoletana condita con uvetta e pinoli; perfetto il tocco sapido affidato alla polvere di pane al pomodoro e alla cialdina al nero di seppia. Infine, un saporito pesce azzurro, il tonno, solamente scottato e accostato ad una aromatica riduzione all’arancia; sopra piccoli elementi che richiamano le tipicità dell’isola: capperi fritti, scorzetta di agrumi candita, arancia pelata a vivo e pomodorino essiccato e aromatizzato con erbe locali, come timo e maggiorana.

OBBLIGO O VERITA’?

VERITA’: scegliete di vivere questa esperienza del gusto con una persona per voi importante. I sapori disegnati dallo chef D’Abundo si fondono perfettamente con l’elegante e insieme accogliente ambiente del ristorante Chandelier: per chiudere il perfetto cerchio del piacere.

Related Posts

UNO SU TUTTI IL PIATTO CHE MI HA SEDOTTO LA MONTANARA DE ‘O SFIZIO D’A NOTIZIA
UNO SU TUTTI IL PIATTO CHE MI HA SEDOTTO “VIAGGIO A POZZUOLI TRA LE NUVOLE DI 10 DIEGO VITAGLIANO”
DESPACITY