Wednesday, September 19, 2018

Text_ Michele Scarfato*

La nostra prima mission sarà combattere la sedentarietà e capire i benefici fisici e psichici derivanti dall’attività fisica, porgendo la dovuta attenzione in questa prima puntata al nostro stato di idratazione, quindi all’acqua che beviamo. Quando comincia la bella stagione vedo aumentare il numero degli iscritti, tutti hanno un unico obiettivo: prepararsi per la “prova costume”. E si impongono allenamenti estremi e faticosi nella speranza di raggiungere in pochissimi mesi risultati ottimali… Ebbene, vorrei intraprendere con voi un percorso che faccia comprendere che lo sport non è solo una questione di forme e peso ma di benessere psico-fisico e soprattutto che è per tutte le età, dimostrando come una moderata e costante attività fisica aumenti le vostre aspettative di vita e doni energia al corpo e alla mente.

Primo step: no alla sedentarietà

Uno stile di vita poco attivo predispone all’insorgenza di diverse patologie. Il corpo umano ha bisogno di movimento, per preservare i muscoli, le ossa e mantenere un buono stato di salute. Non occorre essere atleti. Basta un po’ di attività tutti i giorni, per rompere la sedentarietà e sentirne benefici. Pensate che per arrivare a 30 minuti di attività fisica moderata (e continuativa) al giorno è sufficiente:

• muoversi in bicicletta o a piedi per andare a lavorare o a fare la spesa, evitando la macchina per ogni spostamento

• una passeggiata nel parco

• preferire le scale all’ascensore

• pensare a piccoli ma utili escamotage,  come scendere alla fermata prima se ci si muove in autobus

• utilizzare le decine di applicazioni presenti sui nostri smartphone per monitorare l’attività quotidiana.

Con la pratica di un’attività fisica regolare il cuore diventa più robusto e resistente alla fatica. L’attività aerobica aumenta la richiesta di ossigeno da parte del corpo e il carico di lavoro di cuore e polmoni, rendendo la circolazione più efficiente. Un cuore allenato pompa una quantità di sangue maggiore senza dispendio supplementare di energia: 10 battiti cardiaci in meno al minuto significano 5.256.000 battiti all’anno risparmiati.

Secondo Step: bere molta acqua, soprattutto nel periodo caldo dell’anno.

Il perché è semplice: mantenere il giusto livello di idratazione è indispensabile per far funzionare bene l’organismo. Quando ci si allena è indispensabile bere acqua durante e dopo l’attività fisica per bilanciare la perdita di liquidi causata dalla sudorazione. Questo processo fisiologico è il risultato di un meccanismo chiamato termoregolazione che non va ostacolato, anzi va favorito con la reidratazione costante a intervalli regolari. In questo modo l’organismo può continuare a dissipare l’eccesso di calore corporeo sotto forma di vapore acqueo, mantenendo controllata la temperatura dell’organismo. La domanda che ricevo più frequentemente è: quanto bisogna bere? Durante e dopo l’allenamento? L’acqua deve essere la principale fonte di idratazione: è buona norma bere un quarto di litro ogni 15-20 minuti circa durante l’allenamento, salvo particolari condizioni patologiche. Mentre dopo lo sport il consiglio è di bere acqua a temperatura ambiente a piccoli sorsi ogni quarto d’ora.

Va da sé che questi restano piccoli suggerimenti per i veri ‘pigroni’ e che la soluzione ottimale è di scegliere di frequentare una palestra, lasciandosi

seguire da un preparato persona trainer che studierà per voi il giusto percorso fitness. Io vi aspetto alla palestra Evolution in piazza Municipio (alle spalle del corso L. Manzi) a Casamicciola, apertura dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 23.00 e il sabato dalle 9.00 alle 19.00, pronto ad accogliere i nuovi amici di Obiettivo Salute.

Nei mesi di luglio, agosto e settembre 2018 Speciale Promo sconto del 15% su abbonamento quadrimestrale e annuale per i lettori di ICity che sono nuovi iscritti.

* 31 anni, da oltre un decennio pratica il fitness e da 5 anni circa è istruttore; con il tempo ha trasformato questa passione in un lavoro con la sua palestra Evolution, che da qualche mese si è trasferita in una sede più grande, sempre a Casamicciola Terme, e ha ampliato l’attrezzatura e l’offerta di corsi a disposizione degli iscritti, arrivati a quota 400 circa.