Monday, June 1, 2020

L’INNOMINATO RISTORANTE PIZZERIA

« 1 di 5 »

 

PER ESPLORARE LA RICCA CARTA DELLE PIZZE E SCOPRIRE INEDITI ACCOSTAMENTI DI SAPORI.

Bernardo Cigliano, tantissimi anni come barman e sommelier e poi come ristoratore, pur avendo preso da meno di un anno le redini dello storico ristorante L’Innominato a Ischia, ha dato subito la sua personale impronta a questo locale ampio, con un bellissimo panorama sul castello Aragonese e accoglienti sale che anima con musica dal vivo ed eventi che coinvolgono il pubblico seduto ai tavoli. Ha scelto una cucina che spazia fra i piatti della tradizione italiana rielaborati per esaltare consistenze e profumi, ma anche con attenzione alla richiesta di leggerezza. Si va dai fiori di zucca farciti con ricotta e formaggio morbido al soufflé di spinaci con fonduta; fra i primi con i primi freddi, accanto alla pasta fresca ripiena di pescespada e aneto o a quella condita con il ragù di mare, coccio, scorfano e rana pescatrice, cotto lentamente a fuoco dolce per diverse ore, arrivano le tagliatelle al capriolo e il raviolo al tartufo con salsa alle noci, e fra i secondi trionfa la carne alla brace, o il filetto – al pepe, al gorgonzola, alle mandorle. Per chi preferisce il pesce, da provarlo cucinato in carta fata, un involucro che consente di cuocere senza grassi, mentre le cozze e gli aromi – olive, capperi – enfatizzano il gusto dell’orata o della spigola. Altrettanta cura e ricerca creativa per la pizzeria: accanto a quello tradizionale ha introdotto impasti speciali: ai 5 cereali, kamut e farro, alla barbabietola ricca di fibre, al cacao, allo zafferano (questi soprattutto nel finesettimana) senza glutine (si fa anche cucina vegana), che si sposano sì con i gusti classici, ma vale la pena di provarli con inediti accostamenti come i 5 cereali con gorgonzola dolce, funghi porcini e noci o con provola e prosciutto crudo essiccato e reso croccante in padella, o ancora, al pesto e pomodori secchi, o con mortadella e pistacchi. Molto sfiziose quelle legate alla stagionalità dei prodotti, per esempio in primavera, spopola la pizza alle fave e pancetta: insomma, i fedelissimi dell’Innominato ogni settimana sono curiosi di scoprire un nuovo matrimonio di sapori. La grande esperienza come sommelier fa di Bernardo Cigliano la persona ideale per consigliare il vino da accostare ai piatti scelti, scegliendo in una cantina davvero ricca e per chi ama la pizza, tante le birre artigianali anche bio. Per Ischiacity sono stati realizzati: tartare di tonno alla mela verde e anice stellato, ‘cappello’ di pane pizza con scottona danese, parmigiano e riduzione di balsamico e monobignè con crema alla vaniglia e bourbon e cioccolato fuso.

#innominato #restaurant #ischia #food
via Fasolara, 29 – Ischia tel. 081. 992690 cell. 347. 6613126 FB Ristorante e Pizzeria l’Innominato

text_redazione Ischiacity photo_Raffaella Barbieri

Related Posts

LE PIZZERIE DA NON PERDERE
VALERIYA TROYATSKA
GLOBAL FILM & MUSIC FILM FESTIVAL: IL MITICO RANGIO FELLONE DEL GRAND HOTEL PUNTA MOLINO FA BALLARE LE STAR DI HOLLYWOOD